Industria 4.0 - Iper ammortamento del 270%

In: News On:
Industria 4.0 - Iper ammortamento del 270%

Ammortamento fino al 270% nel 2019

La Legge di Stabilità 2019 ha confermato la proroga dell'iper ammortamento per gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione (in gergo “bonus innovazione”), introdotto nel 2017.

Si tratta di una agevolazione legata all'acquisto di beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello “Industria 4.0”.


Cos'è l'iper ammortamento al 270%?

La Legge di Stabilità 2017 ha introdotto l'iper ammortamento al 250% sugli investimenti rientranti nel Piano Nazionale Industria 4.0.

Nel 2019 è prevista l’introduzione di una formula a scaglioni per l’applicazione dell'iper ammortamento sulla base del volume di investimenti effettuati, con l’obiettivo di favorire le piccole e medie imprese.

Sono previste 3 differenti soglie percentuali:

  • 270% per investimenti fino a 2,5 milioni €,
  • 200% per investimenti da 2,5 a 10 milioni €,
  • 150% per investimenti da 10 a 20 milioni €.

La maggiorazione del costo non si applica sulla parte di investimenti complessivi eccedente il limite di 20 milioni di euro.

L’iper ammortamento al 270% può avere ad oggetto circa 50 categorie diverse di beni, tra le quali proprio Stampanti 3D, Scanner 3D e Macchine CNC che soddisfino determinati requisiti di interconnesione, virtualizzazione, interazione ed elaborazione.

Questo significa, ad esempio, che effettuando un acquisto di 1.000€, l'azienda potrà usufruire di un ammortamento di 2.700€.


Il periodo di riferimento è il 2019, con possibilità di concludere l’acquisto entro il 2020, purché sussistano determinate condizioni (legate per esempio al pagamento di un acconto pari al 20% entro il 2019).

Iper ammortamento 270%: autocertificazione o perizia giurata di stima

Per usufruire dell'iper ammortamento è necessaria una autocertificazione dei beni, o, in caso di bene superiore a 500 mila euro, una perizia giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali o da un ente di certificazione accreditato, attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. 

Se state pensando di effettuare un acquisto in questo settore, è il momento giusto!

 

ESEMPI

 

Ultimaker S5
Ultimaker S5 prezzo 5495 €
ammortizzabile 14837 €
risparmio fiscale 3561 €

costo effettivo

1934 €

Einscan-Pro 2X Plus
Einscan Pro+ prezzo 6299 €
ammortizzabile 17007 €
risparmio fiscale 4082 €

costo effettivo

2217 €

Raise3D Pro2 Plus
Raise3D Pro2 Plus prezzo 4999 €
ammortizzabile 13497 €
risparmio fiscale 3239 €

costo effettivo

1760 €


Scarica PDF

 

Altri incentivi Piano Nazionale Impresa 4.0

 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
Superammortamento

Supervalutazione del 130% degli investimenti in beni strumentali (chi beneficia di iperammortamento può ottenere supervalutazione del 140% per investimenti in beni strumentali immateriali).
Si accede in fase di redazione di bilancio con AUTOCERTIFICAZIONE.

Credito di imposta R&S Credito di imposta del 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo (fino a 20 mln di € all’anno)
Credito d'imposta Formazione 4.0

Formazione agevolabile: in materie aventi ad oggetto TECNOLOGIE rilevanti per il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese (TECNOLOGIE ABILITANTI)
Credito di imposta per spese relative al personale dipendente per attività di formazione ammissibili per un massimo di 300 000 € per ciascun beneficiario nella misura del:

  • 50% per le piccole imprese;
  • 40% per le medie imprese;
  • 30% per le grandi imprese

Attività ammissibili: consolidare le conoscenze in big data e analisi dei dati, cloud, fog computing, cyber security, sistemi cyber fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet delle cose, delle macchine, integrazione digitale dei processi avanzati.

CAMERE DI COMMERCIO (DIFFUSIONE NAZIONALE)
Voucher digitali 4.0

Le Camere di Commercio Industria Artigianato Agricoltura attraverso 88 PID - Punti Impresa Digitali - promuovono su tutto il territorio nazionale la digitalizzazione delle imprese in ambito Impresa 4.0.
Tra le numerose attività svolte, i PID erogano contributi a fondo perduto sotto forma di voucher a favore di micro, piccole e medie imprese che vogliano sostenere processi di digitalizzazione attraverso l'acquisto di servizi di consulenza, formazione e tecnologie digitali relativamente a: soluzioni per la manifattura avanzata, manifattura additiva, realtà aumentata, realtà virtuale, ricostruzioni 3D, simulazione, integrazione verticale e orizzontale, Industrial Internet e IoT, cloud, cybersicurezza e business continuity, big data e analytics, soluzioni tecnologiche digitali di filiera, software e/o piattaforme e/o applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione (ad esempio ERP, MEP, PLM, SCM, RFID, barcorde, etc.).

Possono accedere alla misura Micro, Piccole o Medie Imprese seguendo le modalità di seguito indicate:
MODALITÀ A: aggregazioni di imprese (da 3 a 20 imprese) che condividono un progetto comune di digitalizzazione presentato da un soggetto proponente come DIH, centri di trasferimento tecnologico, Competence Center, FabLab, ecc.).
MODALITÀ B: imprese singole

I voucher finanziano l'acquisto di:

  • servizi di consulenza e/o formazione;
  • beni e servizi strumentali, funzionali all'introduzione delle tecnologie abilitanti previste dal Bando, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili.

Il contributo è previsto nella misura massima di 10000,00 euro a voucher e i PID delle CCIAA in tutta Italia hanno pubblicato il bando voucher di digitalizzazione a cadenza variabile.