Stampa 3D e geologia: l'approccio di ENSU

In: Case studies On:
Stampa 3D e geologia: l'approccio di ENSU

Environmental Surveys (ENSU) è una Spin Off dell’Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" che sviluppa metodologie di indagine geomatica e offre servizi per lo studio della dinamica ambientale e pianificazione della gestione del territorio costiero e continentale.

“Tra laghi e gravine: tutela integrata della biodiversità” è un progetto di riqualificazione della Riserva Naturale Regionale dei laghi di Conversano (BA) e Gravina di Monsignore, una zona umida di alto valore naturalistico caratterizzata da dieci laghi e una profonda gravina.

Nell’ambito di questo progetto ENSU ha il compito di svolgere attività di rilievo 3D della Grotta di Sant’Antonio, situata all’interno della Gravina di Monsignore, per la ricostruzione digitale 3D di peculiarità geologiche presenti nella grotta con relativa riproduzione in stampa 3D finalizzata alla realizzazione di un atlante tattile come reperto didattico per ipovedenti e non.

ENSU
ENSU
 


Questi elaborati forniscono una base documentaria al fine di approfondire la conoscenza e la divulgazione della riserva naturale anche attraverso attività parallele che possono coinvolgere la popolazione e gli enti locali limitando, al tempo stesso, l’accesso e l’interferenza con l’ecosistema presente all’interno della riserva stessa.

Per la creazione dei modelli 3D sono state usate le tecniche del rilievo fotogrammetrico mediante fotocamera reflex e rilievo mediante laser scanner 3D.  Tutte le foto acquisite delle peculiarità presenti sono state elaborate mediante un software che restituisce modelli tridimensionali da foto bidimensionali.

ENSU
ENSU
 


Per la stampa 3D degli speleotemi, la mesh è stata successivamente modificata con il software Autodesk Meshmixer al fine di realizzare modelli poligonali correttamente stampabili ovvero dotati di base, spessore delle pareti e corretta orientazione delle facce.

I modelli poligonali finali, in formato STL, sono stati importati all’interno del software di stampa Raise3D ideaMaker con il quale sono stati impostati tutti i parametri di stampa ed è stato effettuato lo slicing per ottenere i G-Code.

La stampante 3D utilizzata è la Raise3D Pro2 Plus caricata con materiale PLA (Acido Polilattico) di colore bianco; tale scelta cromatica permetterà la colorazione manuale che rappresenta i colori naturali della grotta, coinvolgendo i ragazzi delle scuole primarie e secondarie del territorio di Conversano.

ENSU


Giovanni Barracane e Arcangelo Piscitelli, responsabili di progetto:

"Le tecniche di rilievo e la stampa 3D ci permettono di rendere visibili e fruibili i tesori nascosti della Riserva, ovvero la geodiversità che sta alla base della biodiversità, permettendone la fruizione anche da parte di non vedenti.

Il processo di stampa non comporta un investimento economico elevato, e garantisce al tempo stesso un elevato livello di rappresentazione dei dettagli in funzione del tempo necessario per la resa grafica.

La resa strumentale sia in termini di qualità che di applicazione, rappresenta un valore aggiunto per le nostre attività di ricerca, offrendoci la possibilità di riprodurre con determinati fattori di scala adeguati scenari costieri, peculiarità geomorfologiche, o qualsiasi altro aspetto inerente le nostre applicazioni scientifiche."


ENSU